Scroll to Top

Adele a Vanity Fair: “Anche io ho sofferto di depressione post-partum”

Scritto da Marta Millauro / Pubblicato il 02 Nov 2016
adele

La famosa cantante britannica Adele torna a far parlare di sé. Nessun nuovo disco in uscita o tour da presentare, questa volta, la cantautrice ha voluto svelare a Vanity Fair America qualcosa di molto personale, che riguarda il suo essere mamma.

Adele ha confessato al mensile americano di aver sofferto di depressione post-partum dopo la nascita del suo primo figlio Angelo James. La malattia colpì la cantante quattro anni fa e non fu così semplice superarla. Come racconta Adele: “Non appena diventata mamma mi sentivo ossessionata e inadeguata, come se avessi preso la peggiore decisione della mia vita. Poi ho cominciato ad andare avanti, ma all’inizio è stato molto difficile“.

La cantante ha ammesso di essere predisposta alla depressione e di averla accusata per la prima volta dopo la morte di suo nonno, all’età di 10 anni. Nonostante ciò, la depressione post-partum trovò Adele impreparata. Allora neomamma, la cantante non prese alcun anti depressivo, ma iniziò a confrontarsi con altre mamme, sotto consiglio del suo ragazzo Simon Konecki.

Durante un confronto con altre mamme Adele un giorno pensò che, forse, l’unico modo per guarire sarebbe stato quello di prendersi del tempo per sé. Un’idea che trovò dei pareri discordi. Come ha svelato la cantante, una sua amica allora le disse “Davvero? Non ti senti male?” e lei rispose “Non così male come mi sentirei se non lo facessi“.

Adele arrivò alla conclusione che essere una buona madre volesse dire anche riuscire a trovare del tempo per i propri interessi.  E’ ciò che ti rende un genitore migliore secondo la cantante.

Leggi anche: