Scroll to Top

Corona Arrestato, Don Mazzi: “Si salva solo se non ne parlano”

Scritto da Raffaele Ciriello / Pubblicato il 29 Ott 2016
don-mazzi

Secondo il noto sacerdote Don Mazzi, l’ex fotografo Fabrizio Corona, può salvarsi solo se cadrà nel dimenticatoio: “L’unica speranza di salvezza di Fabrzio è quella che si smetta di parlare di lui, perché più se ne parla, più aumenta la sua idolatria verso se stesso”.

Don Mazzi, sacerdote noto per aver fondato la Comunità Exodus per il recupero di persone tossicodipendenti e impegnato in percorsi riabilitativi alternativi al carcere e che nel 2015 si occupo anche di Fabrizio Corona, quando nel giugno di quell’anno l’ex agente fotografico, fu scarcerato e messo in prova ai servizi sociali. Ora, dopo che il tribunale ha revocato a Corona l’affidamento ai servizi sociali, a causa di una presunta intestazione fittizia di beni; Don Mazzi, ha voluto esprimere il suo pensiero riguardo proprio a Corona: “L’unica speranza di salvezza di Fabrzio è quella che si smetta di parlare di lui, perché più se ne parla, più aumenta la sua idolatria verso se stesso”, ha poi aggiunto: “Le situazioni come la sua, si risolvono solo con serio percorso di riabilitazione, io avevo chiesto di farlo restare in comunità in modo da smontare poco alla volta l’idolo che aveva fatto di se stesso, ma questo percorso richiedeva tempo, per cui avrebbe dovuto continuare il suo percorso con noi”.

Come si è comportato Corone nel periodo che è stato in comunità: “Nei 4 mesi che è stato con noi si è comportato meglio di tanti altri, seguendo le regole senza difficoltà, difatti io e Don Antonio Loi, eravamo sicuri di averlo convinto a fare un serio lavoro di rieducazione. Poi è tornato sul territorio ed abbiamo visto come è finita. Per gente come lui c’é bisogno di un percorso diverso dal carcere”.

Il sacerdote andrà a trovare Corona?: “Non lo so ma di lui, oggi non ne voglio parlare”. Don Mazzi si sente in colpa?: “Tutti sbagliano, solo che alcuni sbagliano di più ed altri di meno, io posso solo dire che mi sono preso a cuore il caso Corona ma altri hanno deciso diversamente”. Infine Don Mazzi, ha voluto rispondere a tutti coloro che lo accusano di prendere solo casi con un forte impatto mediatico: “Me ne hanno dette di ogni tipo quando ho tirato fuori terroristi o gente come Erika. Io però non ho mai preso una lira”

Leggi anche: