Scroll to Top

Elisabetta Canalis oggi: “Ho pianto per la paternità di Bobo”

Scritto da Mena Indaco / Pubblicato il 04 Ago 2018

Elisabetta Canalis oggi: la commozione per Bobo

La loro è stata una storia che ha fatto sognare molti. Il solito cliché: velina e calciatore. Eppure, Elisabetta Canalis e Bobo Vieri si sono amati davvero. Oggi che lui sta per diventare papà ed Elisabetta è già mamma di una bimba, Skyler Eva, 3 anni, l’ex velina racconta di aver chiamato il suo ex per congratularsi. “Quando l’ho chiamato per fargli le congratulazioni,  mi è venuto da piangere, ma con il sorriso, felice, come succede solo con le persone che a dispetto del tempo che passa rimangono importanti”.

By me

A post shared by Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) on

Elisabetta Canalis oggi: “Indietro non tornerei”

Del marito Brian Perri, Elisabetta si mostra e si dimostra ancora molto innamorata:

“Sarà forse perché rassicurata da un marito così equilibrato, ma io mi sento ancora le farfalline nella testa. Sono nel pieno della mia terza esistenza: nella prima avrei dovuto iscrivermi a Medicina e diventare radiologa, come mio padre, o cattedratica, come mia madre; nella seconda sono stata sotto i riflettori così accesi da abbagliarmi; in questa a volte apro i giornali, sfoglio la gogna mediatica di cui a lungo sono stata protagonista: è incinta, è rifatta, si è lasciata, è stata tradita, come si è combinata. E tiro un sospiro di sollievo. Dallo spettacolo ho avuto più di quel che speravo, non ho mai sognato di diventare Raffaella Carrà. No, indietro non tornerei”.

My life in one shot ❤️ la mia vita in uno scatto 👨‍👩‍👧

A post shared by Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) on

Elisabetta Canalis oggi: a settembre in tv

A settembre Elisabetta Canalis torna in tv con la fiction in prima serata l’Isola di Pietro. Al suo fianco, Gianni Morandi, che ha affiancato al Festival di Sanremo: “Si parla sempre delle sue mani enormi, di queste braccia lunghissime che ha. Ma è ufficialmente l’uomo con più capelli che io abbia mai visto. Mi fa morire dal ridere. Mi ha accolto sul balcone, in mutande, leggendo il giornale. Come nulla fosse…”.