Scroll to Top

Fabrizio Corona, sequestrati quasi 2 milioni di euro: “Soldi in nero”

Scritto da Antonella Benedetto / Pubblicato il 07 Ott 2016

Erano soldi in nero e il Tribunale di Milano li ha sequestrati a Fabrizio Corona.

Si tratta di 1,7 milioni di euro che erano nella disponibilità di Fabrizio Corona e che oggi il tribunale di Milano ha sequestrato su richiesta del pubblico ministero Alessandra Dolci e del procuratore aggiunto Ilda Boccassini. Dalle prime indiscrezioni si è saputo che la somma è frutto di pagamenti in contanti ricevuti quest’anno da parte di discoteche e altri locali notturni.

Quindi un’altra gatta da pelare per Corona che riceveva questi compensi attraverso una società società, la Atena, ma non pagava l’Iva per le prestazioni. La difesa di Corona è stata esternata dal legale di fiducia Ivano Chiesa: “Si tratta di somme riconducibili all’attività della Atena srl e, per essa, dal signor Fabrizio Corona essendo somme maturate negli ultimi due mesi dell’anno 2015 e nel corso dell’anno 2016, è ancora possibile sottoporle a tassazione, in quanto i relativi termini di versamento delle imposte sono ancora aperti (le tasse sui redditi 2016 si pagano nel 2017)”.

Leggi anche: