Scroll to Top

Kim Kardashian rapinata: “Il momento più brutto della mia vita”

Scritto da Alessandra La Farina / Pubblicato il 04 Ott 2016
kim-kardashian

Nella settimana della moda Kim Kardashian è stata aggredita e rapinata a Parigi da cinque uomini travestiti da poliziotti. Aggressione dalla quale la star dei reality è fortunatamente uscita illesa, ma che poteva concludersi anche in altro modo: i cinque malviventi, entrati nell’appartamento in cui soggiornava la Kardashian in occasione della settimana della moda, hanno minacciato la donna puntandole una pistola alla tempia e, dopo averla imbavagliata e immobilizzata, le hanno sottratto gioielli dal valore di 9 milioni di dollari, tra questi anche l’anello di fidanzamento dal valore di circa 4 milioni.

Durante la rapina Kim Kardashian avrebbe supplicato i ladri di non ucciderla e, una volta rimasta da sola, è riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto. “È stato il momento più brutto della mia vita”, sarebbero state le prime parole pronunciate dalla donna dopo l’accaduto alle forze dell’ordine. La Kardashian ha quindi ricostruito quanto accaduto e confessato di aver temuto che la violentassero. Nel momento in cui i cinque malviventi hanno fatto irruzione nell’appartamento, la star si trovava da sola in quanto la sua guardia del corpo era impegnata con la sorella Kourtney.

Leggi anche: