Scroll to Top

Essere Gay in Marocco: il Servizio de Le Iene

Scritto da Alessandra La Farina / Pubblicato il 30 Mar 2017

Mahmoud è un ragazzo  di 19 anni, e lo scorso anno i suoi genitori originari del Marocco lo hanno riportato in patria e sequestrato. Il motivo? la sua omosessualità.

I genitori del 19 enne lo hanno minacciato di morte, lo hanno portato da un medico per curare l’omosessualità e lo hanno costretto ad andare anche con delle donne e per ultimo gli hanno tolto qualsiasi documento e quindi di rientrare in Italia.
Le-Iene

Mahmoud dopo tutte queste barbarie, è riuscito attraverso un vecchio cellulare a telefonare e mettersi in contatto con la redazione del programma Tv  Le Iene, che sono partiti per il Marocco dove lo hanno aiutato e riportato in Italia.
Nonostante l’intervento del programma televisivo, il padre di Mahmoud continua ad affermare: “Mio figlio è malato essere gay è una malattia e si può curare, i medici la curano, deve andare con le donne”.