Scroll to Top

Bernardo Bertolucci: morto il regista di “Ultimo tango a Parigi”

Scritto da Mena Indaco / Pubblicato il 26 Nov 2018

Bernardo Bertolucci: morto il regista all’età di 77 anni

Bernardo Bertolucci si è spento dopo una lunga malattia. Il regista di capolavori come Novecento, Ultimo tango a Parigi, Il té nel deserto, Piccolo Buddha e L’ultimo imperatore, il film da nove Oscar, è morto all’età di 77 anni, a Roma, dopo una lunga malattia.

Bernardo Bertolucci: l’unico italiano a vincere un Oscar per la regia

Bertolucci è stato premiato nel 2007 con il Leone d’oro alla Carriera alla Mostra internazionale del cinema di Venezia. Analogo riconoscimento lo ricevette nel 2011 con la Palma d’Oro onoraria al Festival di Cannes. Nel 1988 vinse l’Oscar come miglior regista per L’ultimo imperatore, pellicola che gli valse una seconda statuetta per la migliore sceneggiatura non originale. Bertolucci era anche Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e Medaglia d’oro per i benemeriti della cultura e dell’arte.

Bernardo Bertolucci: Ultimo tango a Parigi

Nel 1963 il suo primo ruolo dietro la macchina da presa con “La commare secca”. Ultimo tango a Parigi nel 1972 gli diede enorme popolarità, anche per le polemiche che esplosero per una scena di sodomia tra Marlon Brando e Romy Schneider. La pellicola fu ritirata per una decina d’anni e il regista fu condannato per offesa al “comune senso del pudore”.  Nel 2003 torna nei cinema con “The Dreamers”. “Io continuo ad avere l’illusione che un giorno le culture si innamoreranno una dell’altra – dichiarò il regista – Credo fortemente nell’innamoramento delle culture anche se in realtà in Italia vediamo che per esempio tutto questo è rifiutato. Lo vediamo con l’aumento della xenofobia”. Il suo ultimo lavoro da regista è stato Io e te, tratto dal romanzo di Nicolò Ammaniti.