Denise Pipitone è viva ed avrebbe una figlia

Denise Pipitone, SpyNews.it

Si torna a parlare di Denise Pipitone, del fatto che possa essere viva e con una famiglia.

Nella giornata di oggi, durante il programma televisivo “Storie Italiane” in onda su Rai 1, l’ex pm Maria Angioni, ha parlato della bambina scomparsa Denise Pipitone, riportando che potrebbe essere viva e tornare. L’idea è che Denise sia viva e sistemata in una famiglia che abbia avuto legami coi rapitori. La bambina, oggi, sarebbe quindi in una famiglia, collocata in ambienti non facilmente ispezionabili, ma non necessariamente appartenenti ai rom.

Infatti la pista rom sarebbe, oggi, collegata alla donna vista a Milano. Tuttavia non sarebbe neppure certo che quella fosse stata davvero una rom. Si sarebbe potuto anche trattare di un gruppo che chiedeva l’elemosina.

L’ex pm si dice convinta sulla sorte di Denise Pipitone

L’ ex pm Angioni si è detta convinta, durante il programma, che Denise sia viva e nei giorni scorsi avrebbe mandato in Procura delle foto e dei documenti. I documenti inoltrati sarebbero delicati e ne andrà valutata l’attendibilità. L’ ex pm avrebbe sostenuto di avere la personale certezza e non solo la probabilità, che Denise sia realmente in vita, ma non avrebbe mostrato foto per non mettere a rischio le indagini future.

Le parole dell’ avvocato Frazzitta

L’avvocato Frazzitta, ha rilasciato un’ intervista al giornale Sicilia 24h. Nella stessa invita giornalisti, avvocati e magistrati a tenere massima cautela nell’esprimere ogni singola sillaba nel caso di Denise Pipitone. Non sarebbe comprensibile, da parte sua, il motivo per cui siano stati forniti tali dettagli. Ha ritenuto di sicuro corretto e doveroso il passaggio alla Procura delle informazioni ed ha ipotizzato che si tratti di una storia raccontata da un detenuto di origine magrebina, già alcuni anni fa. Tuttavia si sarebbe trattato di un mitomane che, in caso di recrudescenza delle notizie su Denise, aggiungerebbe elementi anche, solo ascoltati in tv. La dottoressa Angioni, probabilmente, potrebbe aver avuto conoscenza di questo uomo, ma questa pista fu, poi, verificata. L’avvocato raccomanda di veicolare solo informazioni, specifiche, dirette e chirurgiche, da parte di chi, il primo settembre 2004, sia stato presente a Mazzara del Vallo. Infine ha ringraziato per l’alta attenzione, ritenendo tuttavia che ogni informazione rivelata alla tv potrebbe creare solo clamore o bolla mediatica che, in quanto tale, farebbe solo del male alle indagini in corso.

, SpyNews.it

Riparte “Una Voce per Aurora” manifestazione canora

, SpyNews.it

La storia di Alfredino diventa un film