“Effetto Bridgerton” Il comeback del corsetto nella moda

"Effetto Bridgerton" Il comeback del corsetto nella moda, SpyNews.it

Dai costumi della famosa serie Netflix a un revival nella moda di tutti i giorni

“Effetto Bridgerton” Il comeback del corsetto nella moda

Netflix ci ha appassionato immergendoci in un ritratto di alta borghesia coatta ed altamente provocante grazie a costumi dall’impatto eccezionale, capace di riproporci un vero e proprio comeback del corsetto.

Gli attori si sono distinti grazie a ruoli interpretati abilmente (chi dimentica più quel cucchiaio!), e sono stati anche in grado di reggere il confronto con l’immagine Austiniana che si è costruita attorno al rito del casto corteggiamento.

Esprimendola con toni decisamente sexy e sottilmente sarcastici, la trama di Bridgerton ha denunciano le contraddizioni e la posizione femminile che caratterizzava lo status delle donne.

Non ci siamo soffermati troppo sull’ignoranza delle protagoniste, che ci ha strappato anche qualche sorriso di incredulità, ma abbiamo sicuramente subito l’influenza dei costumi indossati dalle attrici (Daphne ne ha cambiati ben 104 nella prima stagione!). Ed è qui che nasce il cosiddetto “effetto Bridgerton”. Tanto è vero che quei vestiti eleganti ci hanno fatto impazzire, al punto che il corsetto è tornato ad essere il capo/accessorio fashion più ricercato del momento.

Il lavoro dei costumisti è stato studiato per mesi nei minimi dettagli, e a buon rendere. Mister Pearl (famosissimo creatore) ha avuto la sua parte di colpa, diciamo pure guilty pleasure, essendo l’artefice di tutti i corsetti ripresi sul set.

“Effetto Bridgerton” Il comeback del corsetto nella moda

Dai costumi della famosa serie Netflix a un revival nella moda di tutti i giorni

"Effetto Bridgerton" Il comeback del corsetto nella moda, SpyNews.it
“Effetto Bridgerton” Il comeback del corsetto nella moda

Non si tratta più di quell’oggetto di tortura che per secoli ha deformato e ucciso le donne, togliendole letteralmente il respiro, ma una versione rivisitata nelle forme. Con materiali innovativi e un significato più sano per la salute.

Già in uso in epoca attuale da categorie meno frequentate dagli stilisti più in voga (come gli stili steampunk o burlesque). Ne ha fatto un’icona per i suoi profumi Jean Paul Gaultier grazie alle mitiche boccette dalla forma sensuale. Moschino invece gioca senza freni con deliziose riproposte ispirate da tutte le epoche.

Una nuova visone ha quindi permesso al corsetto, odiato e al contempo amato, di non essere più relegato a mera biancheria intima, trasformandolo in pura affermazione di grinta e audacia anche sopra i capi principali.

Fonti:

AlpiFashionMagazine

MVCmagazine

Scritto da Jessica Lunedei

, SpyNews.it

Festa della Donna dalle origini al futuro

, SpyNews.it

Juventus-Porto: probabili formazioni e dove vederla