Festa della Donna dalle origini al futuro

Festa della Donna, SpyNews.it
Festa della Donna dalle origini al futuro

La Festa della Donna o Giornata Internazionale della Donna da dove proviene e chi sono state le protagoniste di questa grande rivoluzione.

Festa della Donna dalle origini al futuro

L’origine della festa della donna ci riporta alla tragedia riguardante un gruppo di operaie a New York. All’epoca dei fatti di cui non si riscontrano documentari, per diverse giornate si verificò uno sciopero in un’ industria tessile, a scopo di protesta tesa a migliorare le disumane condizioni di lavoro.

All’interno dell’ azienda tessile in cui si stava verificando lo sciopero, scoppiò un incendio. Siamo nel 1908. Vani si dimostrarono i tentativi di fuga delle operaie in quanto le uscite della fabbrica erano bloccate. Le  operaie in quella azienda tessile rivendicavano il diritto di vivere una vita dignitosa e di migliorare la qualità del lavoro.  In oltre 130 persero la vita.

Festa della Donna dalle origini al futuro

La data dell’8 Marzo quale evento celebrativo delle donne, fu successivamente stabilita a Mosca nel 1921, durante la “Seconda conferenza delle donne comuniste”. All’interno della III Internazionale, l’assemblea decise di istituire la “Giornata internazionale dell’operaia”. Ciò al fine di onorare la prima manifestazione contro lo zarismo messo a segno delle operaie di Pietroburgo. Altre date dall’inizio del ‘900 hanno messo in luce la rivendicazione dei diritti e  l’affermazione delle donne, ad esempio il VII Congresso della II Internazionale socialista di  Stoccarda nell’  Agosto 1907 e la Conferenza internazionale delle donne socialiste nel 1910.

Festa della Donna dalle origini al futuro

Lo statuto internazionale del 1945 affermò il principio di uguaglianza tra i generi con la redazione della Carta delle Nazioni Unite e,  nel 1975 si stabilì l’8 Marzo come Giornata Internazionale della Donna. Anche in Italia e in tutto il mondo, l’ 8 Marzo  si celebra la “Giornata internazionale della donna”  che rappresenta un ottimo momento per riflettere su ciò che la donna sia  riuscita a conquistare con il coraggio e la determinazione di chi non dimentica le lotte per l’affermazione dei propri diritti.

Festa della Donna dalle origini al futuro

Grazie al passato ci addiviene la consapevolezza circa gli sforzi che, nel corso degli anni, siano stati compiuti per affermare i principi non-violenza, godimento dei diritti e lotta per affermare i propri ideali, da parte di tutte le donne. Tutto ciò che le donne oggi fanno e che rientra nel nostro bagaglio culturale e nel nostro modo di vivere, ci conferma lo status di cittadine libere di scegliere. Opzioni quali indossare pantaloni anzichè gonna, studiare per avere un futuro lavorativo, conquistare l’indipendenza economica per contribuire al benessere della famiglia, votare per esprimere le nostre preferenze politiche, un tempo era vietato alle donne.

Festa della Donna dalle origini al futuro

La  mimosa è il simbolo della festa della donna dal 1946 quando l’U.D.I. (Unione Donne Italiane) individuò il fiore che rappresentasse la giornata dell’ universo femminile. Per la società il ricordo di questo cammino fatto di ostacoli e di trionfi per la donna è un importante monito a non fermarsi. Ma soprattutto andare avanti e per proseguire nel percorso di emancipazione femminile, processo ancora in atto. Il cammino è ancora lungo ma procede a passo spedito verso il  superamento delle  discriminazioni e delle violenze nei confronti delle donne di cui i fatti di cronaca tutt’oggi sono ingiustificatamente saturi.

Scritto da Olga Labianca

Psicologa in ambito clinico e della salute. Insegnante di sostegno presso scuola primaria. Docente di psicologia generale, psicologia dell'emergenza e sociologia della salute presso Croce Rossa.
Mamma a tempo pieno.

, SpyNews.it

Crotone-Torino 4-2: Sintesi della gara, Highlights, Gol

, SpyNews.it

“Effetto Bridgerton” Il comeback del corsetto nella moda