Funivia Stresa-Mottarone freno d’emergenza disattivato

funivia, SpyNews.it
Funivia Stresa-Mottarone freno d'emergenza disattivato

Il freno della funivia sarebbe stato disattivato. Tre gli arresti.

Funivia Stresa-Mottarone freno d’emergenza disattivato

Nella notte tra il 25 e il 26 maggio ci sono stati tre arresti a Verbania che riguarderebbero il titolare delle Ferrovie del Mottarone, il direttore dell’esercizio e il responsabile del servizio. I fermi sarebbero, allo stato, in attesa della convalida del gip. L’accusa riguarda la rimozione di strumenti utili alla prevenzione degli infortuni. Il disastro, ricordiamo, ha causato la morte di 14 persone, dei 15 a bordo della cabinovia, tra cui anche dei bambini.

La dinamica dell’incidente

La dinamica dell’incidente ricostruita dai filmati mostrerebbe, di fatto, che la funivia non giunga a destinazione, in stazione, nonostante l’apertura del cancelletto, per consentire gli ultimi cinque metri di discesa. La rottura del cavo portante d’acciaio avrebbe causato la discesa della cabinovia in senso contrario, consentendo l’incremento della velocità. Il dispositivo frenante non azionandosi, a causa della presenza di un “forchettone“, avrebbe impedito al freno di emergenza di azionarsi.

Ciò avrebbe causato lo scontro della cabina e il successivo volo di 20 metri sino allo schianto sul terreno, conclusosi con un successivo ed ulteriore schianto per rotolamento contro degli alberi. Il forchettone sarebbe stato introdotto per scelta, al fine di evitare ulteriori interruzioni al servizio, derivanti dal malfunzionamento della cabina.

Chi sono gli arrestati

Gli arrestati sono Luigi Nerini gestore dell’impianto, Erico Perocchio direttore dell’esercizio e l’ingegnere Gabriele Tadini. Sono stati interrogati dalla pm Laura Carrera, insieme alla procuratrice Olimpia Bossi nella giornata di ieri. Dall’interrogatorio sarebbe emersa una consapevolezza circa la manomissione del sistema di emergenza dei freni della funivia, tornata in funzione il 26 aprile scorso.

Nel tentativo di comprendere il motivo per il quale si sia rotta la fune traente e per quale motivo non si sarebbero attivati i freni di emergenza, è stata considerata la presenza della una staffa di metallo che blocca i freni di emergenza, utilizzata solitamente nei giri di prova. I tre arrestati sono accusati di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Dovranno anche rispondere dell’accusa di rimozione degli strumenti per prevenire gli infortuni e del conseguente disastro colposo.

Scritto da Olga Labianca

Psicologa in ambito clinico e della salute. Insegnante di sostegno presso scuola primaria. Docente di psicologia generale, psicologia dell'emergenza e sociologia della salute presso Croce Rossa.
Mamma a tempo pieno.

, SpyNews.it

Angelica Borrelli: la musica, il mio sogno, la mia vita

, SpyNews.it

La ragazza dell’ Ecuador non è Denise Pipitone