In arrivo una miniserie sul Mostro di Firenze con Antonio Banderas

Antonio Banderas, SpyNews.it
Antonio Banderas

Antonio Banderas sarà l’ attore protagonista della produzione internazionale di una nuova serie tv sul Mostro di Firenze.

Antonio Banderas sarà protagonista nella della produzione internazionale di nuova miniserie tv sul Mostro di Firenze. Sarà anche produttore esecutivo, assieme a Emanuel Nuñez. I luoghi scelti per le riprese sono stati selezionati a Firenze, in Toscana e in Sardegna. L’attore interpreterà Mario Spezi, giornalista de “La Nazione” che ebbe un ruolo attivo nella vicenda. Insieme allo scrittore americano Douglas Preston, ricordiamo che indagò sul serial killer e con lo stesso Preston scrisse anche alcuni libri.

La miniserie tv sul Mostro di Firenze

Prodotta da  Studiocanal, la miniserie è stata diretta dal regista danese Nikolaj Arcel e fondata sul romanzo-reportage “The monster Of Florence: A true story”, pubblicato nell’ anno 2006, di Douglas Preston e Mario Spezi (in italiano intitolato “Dolci colline di sangue”). Il libro vendette oltre mezzo milione di copie e fu pubblicato in 24 lingue.

Il giornalista rimase coinvolto dall’ indagine

Il giornalista rimase talmente coinvolto dall’ indagine, al punto da essere sospettato e arrestato, poiché erroneamente ritenuto il mostro in persona. Rimasto in prigione per 23 giorni prima che la Corte di cassazione, in istruttoria, lo scagionasse completamente. Il suo arresto fu, poi, definito privo di fondamento, quindi fu assolto.

Il Mostro di Firenze è il nome con cui fu stato battezzato il killer che commise otto duplici omicidi a Firenze,  tra il 1968 e il 1985, prediligendo coppiette appartate nelle campagne della zona.

Chi era realmente il Mostro di Firenze

L’inchiesta condotta dalla procura di Firenze giunse, nell’ anno 2000, alla condanna in via definitiva di due uomini ritenuti gli autori materiali di quattro duplici omicidi, Mario Vanni e Giancarlo Lotti, quest’ ultimo reo confesso che portò alla luce altri nomi implicati nella vicenda. Pietro Pacciani, fu condannato in primo grado a più ergastoli per i duplici omicidi e successivamente venne assolto in appello. Furono definiti “compagni di merenda“.

Pacciani morì prima di essere sottoposto ad un nuovo processo di appello, da attuarsi a seguito dell’annullamento nel 1996 della sentenza di assoluzione.

Scritto da Olga Labianca

Psicologa in ambito clinico e della salute. Insegnante di sostegno presso scuola primaria. Docente di psicologia generale, psicologia dell'emergenza e sociologia della salute presso Croce Rossa.
Mamma a tempo pieno.

, SpyNews.it

Il corpo di Chiara Gualzetti ritrovato vicino casa nel bolognese

, SpyNews.it

Jacopo Zenga: chi è, età, carriera, vita privata, Instagram