Ipotesi di omicidio per Saman Abbas

Saman Abbas, SpyNews.it

Saman Abbas, una ragazza pachistana, è scomparsa. Si sarebbe opposta ad un matrimonio combinato dalla famiglia

Saman Abbas, una ragazza pachistana, ed è scomparsa da oltre un mese.                        La ragazza si sarebbe opposta ad un matrimonio combinato dalla famiglia, con un suo cugino pachistano.

Si sarebbe, quindi, rifiutata di partire in aereo, avendo anche i biglietti già pronti, scegliendo di rivolgersi agli assistenti sociali.   L’intervento delle forze dell’ ordine avrebbe creato ostacolo alle nozze,  previste per lo scorso 22 dicembre, quando la ragazza era ancora minorenne.   Dopo un periodo in cui, Saman, è stata, poi, inserita in una comunità protetta, al raggiungere i 18 anni,  sarebbe tornata a Novellara e da lì, poi,  si sono perse definitivamente le sue tracce.        

  

Potremmo essere vicini alla svolta

Un video, all’attenzione degli inquirenti, avrebbe ripreso 3 persone un piede di porco, con alcune pale, un secchio, un sacchetto azzurro, nei pressi della la casa della famiglia Abbas il  29 aprile scorso, intorno alle 20:00. Gli stessi uomini avrebbero fatto ritorno all’abitazione circa alle ore 22:00. L’ipotesi al vaglio del nucleo investigativo di Reggio Emilia e della Compagnia di Guastalla contempla l’ uccisione della giovane donna, la ragazza che non ancora maggiorenne ha rifiutato di sposare l’uomo che la sua famiglia ha scelto per lei.

I matrimoni combinati si distinguono da quelli forzati

Il matrimonio combinato vige in alcuni paesi e, dal punto di vista giuridico, va distinto nettamente da quello forzato. I genitori degli sposi dovrebbero soltanto guidare la scelta, per confermare il proprio orizzonte valoriale, in capo all’importanza attribuita alla famiglia, in alcune società ed espresse nella volontà di combinare il matrimonio. Quindi è fondamentale che il parere di chi deve contrarre matrimonio sia positivo. Naturalmente entrambi gli sposi devono essere favorevole alla decisione ed è indispensabile una comunità di intenti, diversamente il matrimonio diventa forzato.   La Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo sancisce infatti che: “il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi“. La distinzione è agli antipodi e riconoscerla significherebbe salvaguardare il diritto più importante per ogni essere umano, ovvero quello scegliere liberamente come vivere la propria vita, uomo o donna che sia.

Scritto da Roby Contarino

Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Spynews anche con CalcioNow, Yosalute, Supernews e Quotidian Post.
Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre è uscito il suo ultimo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Sta lavorando ora alla stesura di altri due romanzi: "Marcella Mariani: la breve vita di una Miss Italia" e "La Bambina dagli occhi di vetro".

, SpyNews.it

Muore il fratello di Pino Daniele

, SpyNews.it

Veronica Ferraro: chi è la migliore amica di Chiara Ferragni