Scroll to Top

Katia Ricciarelli in TV: “Amo il gioco d’azzardo, ma senza esagerare”

Scritto da Redazione SpyNews.it / Pubblicato il 07 Set 2020

Katia Ricciarelli ha ammesso, in tv, di essere un’appassionata del gioco, e in particolare delle slot machine, ma senza esagerazione.

Non è la prima volta che la cantante lirica esterna, davanti alle telecamere, di godere dell’adrenalina proveniente dal gioco d’azzardo, e l’ultima sua dichiarazione è avvenuta ad agosto nella trasmissione “Io e te” di Pierluigi Diaco, in risposta alla lettera di una telespettatrice per la rubrica “La posta del cuore”.

Del resto l’attrice e soprano italiana non è l’unica vip ad apprezzare il gioco d’azzardo.

Oltre ai dichiarati giocatori Pupo e Mara Maionchi, anche l’ex marito della Ricciarelli, Pippo Baudo, ha infatti sponsorizzato in un video “I Giochi del Titano Spa di Serravalle”, nella cui poker room, dal 1 al 6 ottobre, si terrà il maxi torneo IPO di poker, con la collaborazione di 888 Poker, la cui recensione evidenzia la varietà, anche in versione online, dell’offerta relativa a questo storico gioco, tra i classici Cash Game e l’immancabile Texas Hold’Em.

Del resto il tema del gioco è sempre stato di tendenza anche negli eventi mondani, come conferma la sfilata di Chanel del 2015 al Grand Palais di Parigi, ispirata all’ambiente del casinò, ma anche la scelta del Teatro del Casinò di Sanremo come location per un défilée in abiti storici per la presentazione dell’ultimo Festival della Canzone, sempre alla presenza di Baudo.

Va detto inoltre che lo stesso Casinò di Sanremo, nel tempo, ha fatto da sfondo anche a importanti film, come “Infelici e contenti” e “Fortunata”. Ma al poker, del resto, si sono ispirate anche pellicole di portata internazionale come “Rounders- Il giocatore”, con Matt Damon, e “Lucky You- Le regole del gioco”, con Drew Barrymore.

Entrando in ambito cinema, dunque, non si possono non citare attori del calibro di Sean Connery, Ben Affleck e Robert De Niro – quest’ultimo anche interprete di “Casinò”, 1995, per la regia di Scorsese-, i quali si sono concessi, più di una volta, il brivido del casinò.

Una connessione, quella tra arte e mondo del gioco, che si estende poi anche alla musica, dato che molte sono le canzoni ad esso dedicate, da “Poker Face” di Lady Gaga a “Roulette” di Katy Perry fino a “Ace of Spades” dei Motorhead e all’indimenticabile “Viva Las Vegas” di Presley.