L’autopsia sul corpo di Chiara rivela la causa del decesso

Chiara Gualzetti, SpyNews.it
Il corpo di Chiara Gualzetti ritrovato nel bolognese

L’esame autoptico sul corpo di Chiara Gualzetti ha fornito indicazioni sulla ricostruzione della dinamica del suo assassinio.

Gli accertamenti sull’omicida di Chiara Gualzetti hanno rivelato la manifestazione, da parte dello stesso, di un disagio mentale tale da essere in cura presso uno psicologo. Quest’ ultimo avrebbe consigliato uno specialista della salute mentale. La giovane vittima si fidava di quell’amico con il quale domenica mattina si è diretta verso il parco di Monteveglio (Bologna). Il ragazzo, pare utilizzasse delle lenti a contatto rosse e nel corso degli interrogatori avrebbe parlato di una presenza demoniaca, citando una serie TV Lucifer con cui si sarebbe identificato.

L’esame autoptico sul corpo di Chiara

Dall’esame sul corpo di Chiara Gualzetti sarebbe emerso che la ragazza sia stata sorpresa alle spalle da alcune coltellate e sarebbe stata raggiunta da altri colpi, dopo essersi voltata (due i colpi mortali). Avrebbe tentato di difendersi ma sarebbe stata presa a calci, una volta a terra. Sarebbero stati trovati i capelli dell’aggressore nelle sue mani, segno che abbia anche tentato di difendersi.

La causa del decesso

Fatali risultano essere state  le due coltellate frontali inferte al torace che hanno determinato lesioni polmonari e la morte. L’omicida avrebbe dichiarato che la giovane provasse dei sentimenti non corrisposti e che aveva manifestato spesso desiderio di morire.

Scritto da Olga Labianca

Psicologa in ambito clinico e della salute. Insegnante di sostegno presso scuola primaria. Docente di psicologia generale, psicologia dell'emergenza e sociologia della salute presso Croce Rossa.
Mamma a tempo pieno.

, SpyNews.it

Stop ai biglietti per chi proviene dalla Gran Bretagna. Annullati i biglietti venduti a partire dal 28 giugno

, SpyNews.it

Tre alpinisti piemontesi bloccati a 4.150 metri; due di loro muoiono assiderate