Scroll to Top

Miracoli dal cielo: la vera storia di Annabel Beam

Scritto da Roby Contarino / Pubblicato il 22 Nov 2019

Il film con Jennifer Garner ispirato ad una storia vera.

Miracoli dal cielo: la vera storia di Annabel Beam

E’ andato in onda, ieri sera, su Rai Uno il film “Miracoli dal Cielo”, ispirato al libro omonimo di Christy Beam. La Beam originaria del Texas ha raccontato l’incredibile storia di guarigione della figlia AnnabelLa bambina da quando aveva quattro anni soffriva di una malattia rara, la pseudo-ostruzione intestinale cronica con disturbi da ipomotilità antrale. Ciò le portava problemi quando mangiava oltre a disturbi invalidanti come acuti dolori addominali, nausea e vomito. “Mi sentivo sempre male, mi faceva male lo stomaco. Ricordo che quando andavamo in un ristorante, potevo solo dare un morso al cibo e poi dovevo fermarmi perché sentivo un dolore atroce” ha raccontato Annabel.

Miracoli dal cielo: la vera storia di Annabel Beam

Una lotta contro la malattia durata più di 4 anni con diversi interventi risultati vani. Presto Annabel potè alimentarsi solo per via endovenosa. “Dopo il secondo intervento, non si è più ripresa. Doveva assumere 10 medicinali al giorno. Viveva sul divano in posizione fetale con il sacchetto che la alimentava appoggiato sullo stomaco. Questa era la sua vita” ha raccontato la madre. Poi l’incontro con il dottor Samuel Nurko al Boston Children’s Hospital. “Quando l’ho visitata, Annabel soffriva tantissimo. Aveva difficoltà a trattenere il cibo, vomitava, aveva dolori all’addome. Le diagnosticai una pseudo-ostruzione intestinale cronica. A causa di questa malattia, i nervi dell’intestino e i muscoli non lavorano bene e il movimento è ostruito” ha raccontato il medico.

Miracoli dal cielo: la vera storia di Annabel Beam

Per tre anni la bambina si recò ad intervalli di sei-otto settimane all’ospedale di Boston per sottoporsi alle cure disposte dal medico. I dolori erano sempre più atroci tanto che la piccola disse un giorno alla madre: “Mamma voglio morire e andare in paradiso. Voglio vivere con Gesù così non sentirò più dolore”. Il 30 dicembre 2011 Annabel se ne stava da sola seduta nel giardino di casa, quando la sorella più grande le chiese di giocare insieme a lei. Come aveva fatto tante volte prima di ammalarsi, Annabel si recò al grande pioppo che troneggiava in giardino. Arrivata in cima perse l’equilibrio e cadde all’interno del tronco, precipitando a testa in giù per circa 10 metri.

Ci vollero 5 ore prima che venisse estratta. I vigili del fuoco, che ormai si aspettavano il peggio, rimasero a bocca aperta. La bambina respirava e soprattutto non aveva nessuna frattura. Una volta ricoverata, Annabel non manifestava più alcun sintomo della malattia. Inoltre, il pancino non era più gonfio come lo era stato per anni. La bambina ha raccontato alla mamma: “Mamma sono stata in paradiso. Era luminoso e pacifico. Ho visto Gesù. Non provavo più dolore perciò gli ho chiesto se potevo restare lì con lui. Mi ha risposto: “No Annabel, ho dei piani per te sulla terra che non puoi completare restando qui, ma quando i vigili del fuoco ti libereranno tu sarai guarita”. 

Miracoli dal cielo: la vera storia di Annabel Beam

La bambina ha poi spiegato che dopo quella visione si è ritrovata di nuovo intrappolata nel tronco ma non ha avuto paura perché un angelo custode è rimasto al suo fianco fino a quando i pompieri non l’hanno salvata. Oggi Annabel ha 17 anni ed è una bambina perfettamente sana. La madre della bambina intervistata da una rivista ha detto: “Ciò che mi sento di dire è credeteci se volete. Abbiamo raccontato la nostra storia perché voi possiate avere una fede più forte e forse una vita migliore. Ma non intendiamo costringere nessuno a crederci. Quindi potete crederci se volete, ma abbiamo parlato di quanto accaduto solo per aiutarvi, non per ferirvi”.