Morto Dario Fo, il figlio: “Celebrato dopo una vita a censurarlo”

È morto ieri, all’età di 90 anni, Dario Fo, premio Nobel per la letteratura e grande maestro di teatro. La notizia ha chiamato a raccolta diversi artisti e uomini politici che hanno voluto celebrarlo e ricordarlo attraverso diversi messaggi a cui il figlio Jacopo ha voluto rispondere attraverso Twitter e Facebook. Nessun ringraziamento, ma una constatazione dell’ipocrisia dell’essere umano che, proprio nelle prime ore dalla morte di Dario Fo, sembra essersi palesata: “Si, adesso sono tutti a celebrare Dario. Dopo una vita che han fatto di tutto per censurarlo e colpirlo in tutti i modi”. Jacopo Fo “salva” solamente Renato Brunetta per la sua sincerità: “Onore a Brunetta che ha detto che mio padre non gli è mai piaciuto”.

Per dare l’ultimo saluto a Dario Fo è stata allestita la camera ardente presso il Piccolo Teatro Strehler dove si sono presentati Filippo del Corno e Pierfrancesco Majorin, assessori alla cultura e alle politiche sociali, e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha rilasciato ai presenti qualche dichiarazione sulla scomparsa di Dario Fo: “Penso che abbia dato più di quanto abbia ricevuto da Milano”. Presenti alla camera ardente, che rimarrà aperta fino a mezzanotte, anche i leader del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio. I funerali si terranno alle ore 12.00 di sabato 15 ottobre 2016 e verrà poi sepolto al fianco dell’amata moglie Franca Rame, morta nel 2013.

Leggi anche:

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Gaffe a Detto Fatto, Ospite alla Balivo: “Meglio Gerry Scotti” (Video)

I Medici-Masters of Florence, Alessandro Preziosi nel Cast