Niccolò Bettarini incidente: il racconto dell’aggressione

, SpyNews.it

Niccolò Bettarini incidente: il racconto dell’aggressione

“Al momento di uscire, era quasi mattina, ho notato con la coda dell’occhio le solite baruffe. Era la routine tipica della movida milanese all’uscita dei locali. Era ora di rientrare a casa, ma dall’altra parte della strada la mia amica Zoe ha iniziato a chiamarmi, urlandomi che stavano picchiando il nostro amico Andrea. Tre ragazzi lo accerchiavano e così mi sono buttato su di loro per difenderlo. Da lì è iniziato il finimondo. Sono arrivati altri ragazzi, mi hanno aggredito.” Inizia così il racconto della notte del 1° Luglio, quando, fuori da un locale, il figlio di Simona Ventura e Sefano Bettarini, Niccolò Bettarini, fu colpito con 11 coltellate. “Ho sentito che mi avevano riconosciuto e volevano ammazzarmi perché sapevano chi fossi. Erano dieci. Ho tentato di difendermi e parare i loro colpi. Mi ricordo di essere caduto a terra . Zoe si è buttata sopra di me per proteggermi da quella furia di violenza. Non si sono fermati, l’hanno riempita di calci. Volevano la mia vita, era chiarissimo. Sono tutte persone che hanno un passato di crimini e risse. Mentirei se ora dicessi che quel gesto avventato che poteva costarmi la vita me lo potevo anche evitare. Lo rifarei ancora e ancora. Darei la vita per i miei amici.”

https://www.instagram.com/p/Bk4wzfbAbXS/?hl=it&taken-by=mr_bettarini

Niccolò Bettarini incidente: il nostro punto di svolta

Era la mattina del 1° Luglio, quando Simona Ventura fu svegliata dalla telefonata che nessun genitore vorrebbe mai ricevere. Suo figlio era in ospedale, ferito con 11 coltellate. È allora che Simona capisce quanto sia stata fortunata a rivedere suo figlio, in piedi, salvo dopo una serata che avrebbe potuto portarglielo via, per sempre. “Ne ho sempre avuto la consapevolezza, mai la certezza, ma credo che nella vita esista un punto di svolta… Un momento in cui capisci che un ponte è rotto, una strada è senza uscita e ti trovi davanti a un muro. 
Io quel punto l’ho raggiunto la mattina del 1 luglio mentre ero in viaggio… So solo che la signora Morte con la sua falce insanguinata ha dato uno schiaffo alla nostra famiglia, una famiglia allargata (con tutta le sue difficoltà) ma allegra e per bene e che da oggi ha trovato un nuovo ponticello, una nuova strada per restare unita e vivere la vita.
Una nuova vita con nuovi colori!”

https://www.instagram.com/p/Bk7ZCvglh45/?hl=it&taken-by=simonaventura

 

Scritto da Mena Indaco

, SpyNews.it

Annullato concerto Fedez: le parole dell’avvocato

, SpyNews.it

Oroscopo di oggi: martedì 24 luglio