A un metro da te: recensione e trailer del film

, SpyNews.it
A un metro da te: recensione e trailer del film

La recensione del film in questi giorni al cinema.

A un metro da te: recensione e trailer del film

A un metro da te è il nuovo film diretto dal regista Justin Baldoni. Un film che ha ufficialmente debuttato sul grande schermo il 21 marzo. Il titolo originale è Five Feet Apart. Un film ambientato tutto in ospedale e che racconta la storia di un amore che va oltre la malattia. I due protagonisti, Stella interpretata da Haley Lu Richardson e Will, interpretato da Cole Sprouse sono entrambi malati. Nonostante ciò la patologia di cui entrambi soffrono non ostacola la loro voglia di amarsi. A causa della loro malattia i due non potranno avvicinarsi mai a meno di un metro l’uno dall’altra. I due protagonisti sono affetti dalla fibrosi cistica. Una malattia che costringe a lunghi ricoveri in ospedale, estenuanti cure e una grande quantità di assunzione di farmaci. Tutto ciò nutrendo la speranza di poter entrare nella lunga lista d’attesa per un trapianto di polmoni. I due sono obbligati a stare lontani per evitare lo scambio di batteri. 

https://www.instagram.com/p/Bvlt8F3gRRB/

A un metro da te: recensione e trailer del film

Come già detto in precedenza, il titolo del film si riferisce a alla “regola dei sei piedi”, una linea guida della Fondazione per la fibrosi cistica che afferma che i pazienti affetti da fibrosi cistica devono essere tenuti distanti almeno due metri. Il regista era stato già coinvolto dal tema della Fibrosi Cistica in quanto aveva girato il documentario My Last Days. Inoltre, ha incontrato la Youtuber Claire Wineland, divenuta portavoce con video della malattia. La ragazza, prima della sua tragica scomparsa per le complicanze della malattia, era stata assunta anche come consulente. Una storia che per alcuni versi ricorda il film “Colpa delle Stelle” dove i protagonisti erano sempre due ragazzi affetti da una malattia.

https://www.instagram.com/p/Bu81XRGAZsZ/

A un metro da te: recensione e trailer del film

I due protagonisti vivono la malattia in modo diverso. Da una parte Stella che utilizza i social network per far conoscere la malattia, è molto socievole ed ha un suo migliore amico, Poe, anche lui affetto dalla malattia. In ospedale conosce Will che rifiuta di curarsi e di sottoporsi ai trattamenti che potrebbero farlo stare meglio. Due modi di vivere la malattia opposti. Si conoscono e si innamorano, un vero e proprio colpo di fulmine. Unica regola, però, non potersi avvicinare. Ritmo della pellicola sostenuto abbastanza bene. Il narrato è ben punteggiato dalla colonna sonora. Una storia sensibile e toccante in cui è l’amore a trionfare su tutto, anche sulla malattia.

 

Scritto da Roby Contarino

Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Spynews anche con CalcioNow, Yosalute, Supernews e Quotidian Post.
Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre è uscito il suo ultimo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Sta lavorando ora alla stesura di altri due romanzi: "Marcella Mariani: la breve vita di una Miss Italia" e "La Bambina dagli occhi di vetro".

, SpyNews.it

Oroscopo di oggi: lunedì 1 aprile 2019

, SpyNews.it

Processo Giancarlo Magalli: accusa di diffamazione aggravata