Una rondine che fa primavera: recensione del libro

Una rondine che fa primavera: recensione del libro
Una rondine che fa primavera: recensione del libro

Testo storico- letterario rivolto a bambini dai 7 anni che illustra, tramite uno scritto leggero e ricco di immagini, i valori di giustizia umana attraverso il modello di don Pietro Pappagallo.

Una rondine che fa primavera. Don Pietro Pappagallo, Giusto tra i Giusti: recensione libro

Seconda Guerra Mondiale, 24 marzo 1944. Ci troviamo dinanzi a 335  vittime di una disumana e insensata rappresaglia ad opera dei soldati della Germania nazista. La fucilazione avviene in una cava presso la via Ardeatina, nei pressi della capitale. In quella mattanza ricordata come “strage delle Fosse Ardeatine”  c’è anche un sacerdote, don Pietro Pappagallo.

Francesco Tammacco drammaturgo, ci riporta a quel tempo, per narrarci attraverso un racconto evocativo di nome “Una rondine che fa primavera” la necessità di restare ancorati a principi, per l’uomo irrinunciabili e senza tempo, quali libertà, democrazia e rispetto per la vita umana.

Una rondine che fa primavera. Don Pietro Pappagallo, Giusto tra i Giusti: recensione libro

In quegli stessi ideali in cui credeva don Pietro che vengono enunciati con lo spettacolo teatrale omonimo rivolto anche ad un pubblico di bambini. Il libro guida i piccoli lettori verso una lettura attenta e curiosa. Una lettura ricca di suggestive immagini dal richiamo quasi onirico, rappresentate dalle illustrazioni dell’artista Nico Ciccolella. Don Pietro era un sacerdote che non aveva timore di ciò che accadeva. Infatti, la forza della sua fede lo vedeva avverso alla tirannide della guerra e agli effetti devastanti della logica che avvalorava la discriminazione razziale. Un uomo don Pietro che si liberò dai lacci che cingevano i suoi polsi, invocando ad alta voce la benedizione di Dio padre, per tutti, negli ultimi istanti che precedevano l’eccidio.

Libertà e senso etico

Introduzione al testo di Renato Brucoli che ben instrada al genere che rispecchia i canoni di una favola moderna, impregnata di verità storica e concretamente immersa nelle espressioni emotive dei personaggi  di cui si può avvertire anche il battito del cuore, a distanza di anni, solo sfogliando le pagine. Immediata è la riflessione sul senso metaforico della primavera, come simbolo della rinascita e della necessità per ogni uomo di vivere degnamente e senza oppressione la propria esistenza.

Scritto da Olga Labianca

Testimonianze Musicali, il sito di Francesca Bernardi

Testimonianze Musicali, il sito di Francesca Bernardi

Noemi Riitano: chi è, età; musica; Instagram

Noemi Riitano: chi è, età; musica; Instagram